Dieci cose da non fare durante la visita del Papa a Milano


Il Papa in visita a Milano e Bresso stravolgerà la tranquilla routine dei weekend in città e hinterland. Se non sarete tra le migliaia di pellegrini che si raduneranno al campo volo, per evitare di finire in prima pagina fotografati con una camicia di forza, potrebbe essere saggio prendere in considerazione questo elenco di cose da non fare il 2 e 3 giugno.

1) Organizzare una battaglia di soft air al Parco Nord: i servizi di sicurezza vaticani sono tra i più efficienti del mondo. Hanno l'ispettore Callaghan come mascotte.

2) Passeggiare per Cinisello Balsamo indossando una maglietta dei Cradle of Filth: non è la giornata giusta per incaponirsi nella difesa dei gruppi death metal ingiustamente accusati di satanismo.

3) Cercare un atterraggio spettacolare al campo volo con il proprio aliante: la contraerea schierata per l'occasione non farà differenza tra le vostre acrobatiche evoluzioni e un tentativo di incursione della Luftwaffe.

4) Provare a stabilire il proprio record di impennate in viale Zara: l'infrazione elevata in quei due giorni non sarebbe per guida pericolosa, ma per terrorismo internazionale.

5) Fare un giro con la vostra Fiat Mefistofele nella zona rossa: al di là del nome, in tempi di Area C sarebbe una provocazione inaccettabile andare in giro con un motore da 20 mila cc di cilindrata.

6) Fare la gibigianna al palco del pontefice dalle finestre che si affacciano sul parco: nonostante abbiamo scoperto che l'obbligo di tenere giù le tapparelle sia una leggenda metropolitana, i dispetti fanciulleschi non sono graditi al galateo.

7) Presentarsi al raduno travestiti da cardinali: è vero, con tutti gli scandali che scoppiano in Vaticano di questi tempi, forse in una sfida di moralità con dei porporati sareste competitivi... ma sapete che caldo, con quella tonaca?

8) Vendere copie di lotta comunista tra la folla: da quando è caduto il Muro, anche il comunismo è una questione di fede e quegli altri sono professionisti con duemila anni di pratica, non ci sarebbe partita.

9) Improvvisarsi bibitaro vendendo mignon di acquasanta: il Papa ha promesso l'indulgenza plenaria a tutti i fedeli che parteciperanno alla messa del campo volo, quel carico di bottigliette resterebbe invenduto e poi chi se lo riporta a casa?

10) Gironzolare per il campo volo con un ghettoblaster che spara The number of the beast degli Iron Maiden: anche se quel disco è risultato il miglior album inglese degli ultimi sessant'anni, per l'occasione sarà più apprezzato un bel Symbolum 77!

Scherzi a parte, buona giornata con Benedetto XVI a tutti quelli che parteciperanno e un invito alla pazienza per tutti gli anticlericali: dopo tutto era dal 1984 che un Papa non veniva a Milano!

Foto | TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: