I cantanti da metrò e il mercato della questua

"Che sarà, che sarà, che sarà? Che sarà della mia vita chi lo sa?" Non lo so cosa sarà della tua vita, ma se vuoi che la prossima volta ti dia un euro, impara a cantare. E metti meno riverbero nell'amplificatore, ché non si distinguono le parole.

La cantante di stamattina sulla linea verde era un disastro. La gente si guardava con facce da compatimento o, nei migliori dei casi, sorrisetti complici che celavano un x-factoriano "Per me è un no!". Nelle metropolitane di altre città europee (e a volte, poche, anche a Milano) si trovano artisti degni di questo nome, ma il caso di stamattina era lontano anni luce dalla bravura.

Perché dovrei darti quella moneta che ho in tasca, di norma l'unica che oggi darò a chi chiede la carità, se il motivo per cui me la chiedi non è un tuo punto di forza, ma un tuo punto debole? Cioè perché mi chiedi dei soldi per le tue canzoni, se nel canto sei un disastro?

E' ovvio che questo è un ragionamento per assurdo, non ho nulla di nulla contro la cantante scarsissima di stamattina (anzi il metatesto evidente della canzone che ha scelto era apprezzabile), ma mi metto nei panni del "fruitore medio", un essere impersonale che tutte le mattine prende la metropolitana e incontra tre o quattro questuanti, ognuno con il suo stile e la sua motivazione: cosa dovrebbe spingerlo a dare il suo euro a un cantante maldestro, invece che a un senzatetto in evidente disagio?

Quello del giro col bicchierino per i vagoni è in tutto e per tutto un mercato le cui risorse non sono infinite e per spuntarla bisogna mettere in campo le proprie armi migliori. E' una battaglia tra diseredati e questo fa soffrire, ma alla fine la moneta finisce in un bicchiere o in un altro per lo stesso motivo per cui al supermercato si sceglie un prodotto o un altro: la capacità di vendere la propria merce. I numeri e la distrazione dei passeggeri del metrò non lascia spazio a fattori emotivi, si tratta di libero mercato, la più nuda e cruda delle competizioni, dove il più bravo si becca i soldi.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: