Biciclette in metropolitana: perché non tutto il giorno?

Biciclette in metropolitana. Ne avete viste? Poche, sparute, quasi un miraggio. Eppure, spostandosi a nord d'Europa, vedere biciclette nelle carrozze è la normalità. In molte metropolitane ci sono carrozze dedicate. Almeno a Milano qualcosa si è mosso negli ultimi tempi: da novembre 2011 infatti il trasporto della propria bici sulla rete metropolitana è diventato gratuito. Certo, la possibilità è stata estesa dal solo week-end anche ai giorni feriali, ma comunque solo dopo le 20 di sera e sino al termine del servizio. “E perché non tutto il giorno?”, si chiede il sito salvaiciclisti.it:

Le capitali europee hanno da tempo capito che per rendere vivibili le città sono necessarie delle misure per scoraggiare l’utilizzo dell’automobile all’interno dei centri urbani e incoraggiare il ricorso all’intermodalità, cioè la possibilità di fruire la città utilizzando diversi mezzi di trasporto connessi tra loro. È per questo motivo che nelle metropolitane di Parigi, Vienna, Berlino, Londra, Madrid, etc è consentito il trasporto della bicicletta anche in fascia diurna in modo da facilitare gli spostamenti di tutti coloro che decidono di rinunciare all’automobile per gli spostamenti urbani. C’è ancora a riguardo una mentalità vetusta e che va modificata: la bicicletta non è solo uno strumento per fare una sgambata nel fine settimana come pensano i nostri amministratori, ma un mezzo di trasporto che permette di fruire la città nel modo più sostenibile per tutti e che pertanto deve essere incoraggiata.

Salvaiciclisti per sensibilizzre l'opinione pubblica ha organizzato il flashmob dello scorso 4 luglio a Milano (con Roma,Torino e Napoli), che ha pacificamente “invaso” alcune fermate metro delle città. A Milano l’"assalto ai tornelli" è stato dato alla fermata Duomo. Purtroppo le barriere, mentali e architettoniche, sono ancora molte, anche sui treni, dove caricare la bici su un treno è spesso una “sfida”. In metropolitana, per esempio, si potrebbe pensare a carrozze "dedicate": la prima e l'ultima ad esempio. Magari installandoci degli stalli. Che ne dite, non sarebbe una buona idea?

  • shares
  • +1
  • Mail