Milano, all'avanguardia sulla disoccupazione

Milano, rispetto al resto d'Italia, è spesso all'avanguardia in molti campi. Per fortuna lo è anche per quanto riguarda la disoccupazione. Su cento milanesi solo quattro non hanno un lavoro, mentre la media italiana è del 7,7%.

Riporto qui sotto, altri dati relativi allo studio presentato da Assolombarda:

"Il tasso di attività misura la percentuale di persone “attive” (cioè appartenenti alle forze di lavoro) sulla popolazione in età da lavoro, quella compresa tra 15 e 64 anni; anche in questo caso il dato milanese e quello lombardo sono molto simili, vicini al 70%, e superiori alla media italiana del 62,4%. Un altro importante indicatore è il tasso di occupazione, vale a dire la quota di popolazione in età lavorativa occupata: Milano, con il suo 66,7%, è molto vicina all’obiettivo di Lisbona, fissato al 70% per il 2010. Lo stesso si può dire per la Lombardia, mentre a livello italiano siamo ancora sotto al 60%. Tra i parametri fissati a Lisbona c’è anche quello dell’occupazione femminile, che vede Milano con il 58,2% sfiorare ormai l’obiettivo del 60%. Milano è più vicina a questo importante traguardo di quanto non sia la nostra regione (55,1%), ma soprattutto di quanto non risulti in media per l’Italia (45,3%)."

Se volete approfondire il discorso, qui potete trovare informazioni sull'Agenda di Lisbona, mentre qui ci sono tutti i dati raccolti da Assolombarda con CGIL, CISL e UIL.

  • shares
  • Mail