Phone Center, continua la protesta

Qualche tempo fa ero andato a seguire la protesta dei titolari di phone center davanti al Pirellone e ne avevo dato conto con un apposito post dove raccontavo a grandi linee anche le prese di posizione di chi lavora nei Phone Center e dei problemi che potrebbero portare al settore le nuove norme regionali. Allo stato attuale, nonostante i tentativi di dialogo, i Phone Center rischiano ancora la chiusura. Per questo motivo è iniziato, davanti al Pirellone, uno sciopero della fame che per il momento ha già causato due malori e relativi ricoveri. Nonostante tutto lo sciopero prosegue, visto che ci sono in gioco gli stipendi e la vita di centinaia di famiglie solo a Milano.

Le persone che sono state male dopo i primi digiuni sono Ikram, una donna marocchina incinta di tre mesi, e Rosa anche lei titolare di Phone Center.

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: