Manifestazione per la sicurezza, non c'è uno senza tre

Quando fanno così proprio non li si sopporta, i politici intendo. Non voglio fare un discorso di parte, ma a volte si scade veramente nel ridicolo e nel surreale. Ma andiamo a vedere i fatti.

In seguito all'allarme sicurezza la Moratti indice un corteo per il 26 marzo, lei e i milanesi dovrebbero scendere in piazza per richiedere più sicurezza e più forze dell'ordine (ricordiamo che milano ha il maggior rapporto cittadini/forze dell'ordine d'Italia). L'ulivo dice ciccia, la manifestazione non si deve fare, è un corteo strumentale. Oggi, scopriamo che il 26, lunedì, non ci sarà un corteo solo, i cortei saranno tre. Uno è quello della Moratti; un altro è organizzato dall'Osservatorio di Milano in Piazza Duomo, dove verranno proiettate immagini della Milano degradata; e il terzo, cui aderisce l'Ulivo organizzato dai comitati di quartiere, si propone di fare una catena umana per unire Palazzo Marino e Prefettura, come per dire che basta collaborare e non ci sono emergenze. Insomma, il 26 sera mezza Milano sarà in piazza, ma c'è davvero bisogno di avere tre cortei tutti in una botta? Non vi sembra la solita 'pagliacciata' all'italiana?

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: