Artisti di strada: al via il nuovo regolamento

La nuova amministrazione l’aveva promesso: rivitalizzare le strade della città grazie all’arte di strada. Gli artisti di strada piacciono: colorano la città, divertono, attirano turisti. Un'equazione tutta positiva che fino a ieri si scontrava con un regolamento che implicava lungaggini burocratiche e infiniti paletti al libero operare degli artisti. Scoraggiati, in molti preferivano operare altrove, lasciando Milano in preda a ritrattisti e caricaturisti.

Ora si cambia perché il consiglio comunale di Milano ha approvato un nuovo regolamento per gli artisti di strada a cui ha contribuito anche la Piccola Scuola di Circo (già a marzo scorso). L'esercizio delle arti di strada potrà essere effettuato tutti i giorni della settimana dalle 9 del mattino fino a mezzanotte. Tutti avranno un posto assegnato (almeno 2 metri quadrati), prenotato in uno sportello unico o, in alternativa, on line su un portale dedicato che sarà accessibile anche ai cittadini, che potranno così sapere dove e quando vedere le esibizioni degli artisti.

Tra le nuove regole quella più apprezzata dalla categoria è la cancellazione della tassa di occupazione del suolo pubblico per la categoria che non prevede un corrispettivo per la prestazione, ma la libera offerta: madonnari, giocolieri, mimi, musicisti e band, acrobati e danzatori. Diverso il destino di ritrattisti e cartomanti che invece continueranno a pagare “l’uso del suolo pubblico”. Nel nuovo regolamento è prevista anche la mappatura degli spazi con l'individuazione di nuove postazioni, anche fuori dal centro storico, su proposta dei consigli di Zona, su cui sarà prevista la turnazione.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: