Cosa sono i Giovedì di Milano

giovedì di milano

Cominciano stasera e si protrarranno fino a dicembre, con la consueta formula della "sperimentazione": i Giovedì di Milano sono un tentativo di dare opportunità di divertimento e fruizione di cultura ai milanesi, senza che si debbano costruire da soli la serata.

In effetti sembra un po' il meccanismo delle "quote rosa": si impongono per legge donne in Parlamento o nei consigli di amministrazione perché altrimenti, l'inciviltà dello status quo le terrebbe lontane dai posti di comando a cui giustamente devono poter adire.

Ecco, con i Giovedì di Milano il Comune interviene direttamente per indirizzare la nightlife su binari che in altre città del mondo sono percorsi naturalmente dalla cittadinanza.

Negozi aperti fino 22,30 (al quartiere Isola e in corso Buenos Aires), musei anch'essi aperti fino a tardi (Il Museo del Novecento chiude alle 22,30 e la Triennale alle 23) e una serie di altre attività culturali: a Parigi (ma anche Roma ha moltissimo da insegnarci) è così da sempre, qua da noi purtroppo no.

E' un'iniziativa positiva anche se molte delle opportunità non nascono sotto il cappello dei Giovedì Milanesi: dal Milano Film Festival, alla rassegna dei film di Venezia e Locarno; dalla musica di MITO, agli appuntamenti collaterali della Settimana della moda (quella in cui è più facile vincere al Superenalotto che trovare un parcheggio).

Insomma bene, ci vuole un input esterno per elevarci agli standard di tante altre grandi città europee e per stavolta chiuderemo un occhio su quella piccola "mossa da bari" per infoltire il programma del primo Giovedì con eventi che avrebbero avuto luogo lo stesso.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail