Statale, protesta degli universitari per difendere l'ex Cuem

Gli studenti del gruppo Cuem-libreria autogestita hanno interrotto il confronto tra i candidati rettori della Statale in via Festa del Perdono, protestando contro la nuova chiusura dello spazio imposta dall'amministrazione dell'ateneo.

Gli spazi della libreria ex Cuem, da tempo chiusa per fallimento, erano stati occupati nell'aprile scorso in attesa che l'Università si decidesse a chi assegnare l'appalto per una nuova libreria. Una decisione che non avverrà prima del prossimo autunno con l'elezione del nuovo rettore. Gli studenti avevano attrezzato una libreria autogestita con sala studio e spazio eventi.

Approfittando della pausa estiva, i locali erano stati chiusi dall'amministrazione e in seguito di nuovo riaperti dagli studenti lo scorso 11 settembre. Lunedì mattina la nuova sorpresa: stavolta non c'erano lucchetti o cambi di serrature, ma sono state interamente saldate le porte e le finestre, con tutto il materiale dentro.

Il blitz degli studenti, che ha incassato anche la solidarietà di alcuni lavoratori, è la prima reazione alla nuova chiusura: la libreria è stata allestita nell'atrio e nei corridoi dell'ateneo e sono state anche interrotte alcune lezioni per sensibilizzare gli studenti.

Contestiamo l’università lobbystica che chiude gli spazi liberi in ateneo

questo lo slogan degli studenti. La protesta va avanti.

  • shares
  • +1
  • Mail