AAA Festival Culturali Cercasi

Il Milano Film FestivalSul notiziario di Chiamamilano di oggi leggiamo un'interessante punto di vista sull'assenza della città di Milano nell'unica guerra a cui ci piacerebbe partecipare, quella delle capitali per avere i più interessanti e prestigiosi festival culturali.
"I tanti, diversi, sicuramente spettacolari festival culturali - scrivono Fabio Davite e Ettore Pareti -, sono indubbiamente una vera e propria moda ma sono anche espressione di effervescenza culturale e motivo di interesse economico per il territorio". "A Mantova la Letteratura, a Trento l'Economia, a Genova la Scienza. Per citarne alcuni dei più frequentati. Occasioni in cui l'amore del pubblico per un'area della cultura o per una disciplina, per una forma d'arte, si mescolano nei modi conviviali della piazza, della fiera, del mercato [...]". In questo quadro, Milano non sembra avere un ruolo di primo piano. Sia nel settore editoriale che cinematografico Milano ha un ruolo - se va bene - di terza o quarta categoria. Certo, abbiamo il Festival del cinema africano, il Filmaker Doc Festival o il Milano Film Festival, ma si tratta di eventi ancora "minori" e senza una rilevanza nazionale. Se guardiamo poi all'editoria, lo scenario è ancora meno promettente (nessuna fiera dedicata!), nonostante Milano sia, come ricorda Chiamamilano "il motore italiano dell'editoria". E - last but not least - il settore multimediale e della comunicazione. A parte le fiere per addetti ai lavori o a sfondo commerciale, non ci sono eventi di rilievo, niente a che vedere con iniziative che abbiano un intento superiore e strategico, per non dire di tendenza e innovativo.

Che cosa vogliamo fare milanesi - si chiedono e ci chiediamo - della nostra tanto sventolata convinzione di essere la città più moderna d'Italia? Servirebbero sforzi e idee per il futuro, "a meno che non si voglia continuare, come per tanti altri ambiti, a camminare con la testa voltata all’indietro".

  • shares
  • +1
  • Mail