I piccioni di Milano: come contrastare la piaga

Sono tanti. Migliaia, forse milioni. Nel 2000 ci fu l'ultimo censimento che ne contò oltre 100 mila esemplari (come fecero a contarli risulta un mistero). L'impressionante foto che ho scattato tempo fa è di viale Palmanova dove vive e prolifera, forse, la maggiore colonia cittadina.

Da tempo si cerca di correre ai ripari. Come? La Provincia per esempio ne ha approvato l'abbattimento, ma le modalità rimangono ignote. Il problema non è solo milanese. A Parigi e Londra da anni la guerra ai piccioni si combatte con le torri colombaie.

Non immaginatevi cecchini appostati muniti di fucili di precisione. Nulla di così crudele; si tratta di un ingegnoso sistema per controllare le nascite. Esperti sostituiscono dentro le celle le uova vere con uova di plastica. Anche Milano ha la sua torre: da marzo 2011 è installata nel Parco Baravalle, la Torre Livia.

Questa sembra essere la strategia vincente: la città di Basilea, che adottò le torri colombaie nel 1988, ottenne in un anno la riduzione del 50% del numero di piccioni. Con benevoli effetti anche sui parabrezza cittadini. Quando a Milano se ne costruiranno ancora? Intanto se avete problemi con i volatili potete dare un occhio alla nostra guida per tenere lontani i piccioni dal balcone.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: