Architettura arrugginita

E' vero che ce ne si accorge di più quando c'è il Salone del Mobile, ma Milano è sempre, per tutto l'anno, la capitale del design. Ed in effetti non si può certo dire che nella nostra città manchino esempi di grande impulso nel campo della progettazione e delle costruzioni. Basterebbe citare il nuovo quartiere Santa Giulia, affidato a Norman Foster o il Bodio Center di piazzale Lugano. Soprattutto si nota ultimamente un vero recupero degli spazi ex industriali, dopo anni e anni di spettacoli urbanisticamente mortificanti come la Bovisa dominata dagli scheletri delle fabbriche dismesse. Negli ultimi due anni anche l'area della ex-Carlo Erba (fra via Imbonati e via B. Crespi) è stata riconvertita e sulle macerie dell'industria farmaceutica sono sorti dei bei palazzi per uffici con ampie pareti di vetro e... ruggine! Ebbene sì: le pareti metalliche che da lontano sembrano pitturate di marrone in realtà sono completamente arrugginite. Si sono ossidate alla prima pioggia dopo il montaggio e poi mai più "cartavetrate". Si tratta di un ardito esperimento per ridare dignità al più temibile nemico dei metalli o di una svista madornale da parte dei progettisti?

  • shares
  • +1
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: