Traffico e riscaldamento: i maggiori responsabili dello smog

Ricerche sull'inquinamento se ne fanno tante. Dall'ultima del Research Project for Air Pollution Reduction emerge che il trasporto su strada e i riscaldamenti sono i maggiori responsabili dell'inquinamento dell'aria nella regione Lombardia. Così sentenzia la ricerca condotta dal 2006 al 2010 dal Joint Research Center, l'istituto per l'ambiente e la sostenibilità della Commissione Europea. L'inverno sopraggiunge e i problemi si acuiscono.

Sul fronte riscaldamento la battaglia parte dalla conversione degli impianti a gasolio, ancora in corso, e l'ampliamento del servizio di teleriscaldamento, nonché maggiori controlli sugli impianti e l'ottimizzazione energetica degli edifici comunali. In questo senso il Comune sta facendo la sua parte, anche con l'introduzione di Area C che avrebbe diminuito la presenza di Black Carbon.

Area C a parte, circoscritta a livello cittadino, a livello regionale la cosa appare più complicata. In ogni caso la soluzione passa dalla riduzione del parco auto e dal potenziamento dei mezzi pubblici a livello regionale. Non a caso come suggerisce la ricerca:

Nella Pianura Padana, a causa delle particolari condizioni meteorologiche, servono strategie coordinate di abbattimento su larga scala e a lungo termine. Per affrontare l'inquinamento da particolato e ozono nella nostra regione devono essere progettate strategie di abbattimento che inevitabilmente intervengano sul trasporto su strada ma anche sulle emissioni gassose di NOx (ossido di azoto) che provengono dall'industria, dalla produzione di energia, e dalla combustione di gas naturale.

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: