Sotto sfratto il centro islamico di Viale Jenner e tornano le polemiche

Il 31 ottobre è scaduto l'affitto degli spazi che ospitano il centro islamico di Viale Jenner, luogo di infinite polemiche per la nostra città. La proprietà, una società immobiliare che vorrebbe valorizzare l'immobile, ha inviato ai responsabili del centro l'avviso di sfratto, mandando in fumo la trattativa che nelle scorse settimane è stata portata avanti dai rappresentanti legali delle parti. Il presidente del centro, Abdel Hamid Shaari, ha chiesto una proroga dell'affitto di altri sei anni affermando che:

Abbiamo sempre pagato puntuali e non credo ci siano problemi per il rinnovo. Se nel caso dovessero essercene, ci muoveremo coi nostri avvocati. Potremmo anche essere disposti a comprare l'immobile

Shaari chiede aiuto anche al Comune per ottenere nuovi spazi e nuovi luoghi per il culto islamico dove poter trasferire il centro. La trattativa con l'amministrazione comunale va avanti da circa anno e, finora, ancora non sembra vedersi nessuna soluzione all'orizzonte. L'estate scorsa, in occasione del ramadan, il Comune aveva attrezzato con due tensostrutture provvisorie la zona antistante l'ex PalaTrussardi.
In attesa che Palazzo Marino lavori sull'albo delle organizzazioni religiose, la situazione rimane molto precaria.

Grande ironia da parte dell'opposizione in Comune, con il pidiellino Riccardo De Corato (vice sindaco nella giunta Moratti) che invita gli islamici semplicemente ad andarsene e il leghista Matteo Salvini che propone di radunare qualche centinaio di militanti volontari che aiutino nello sgombero dei locali...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: