Nell'ex Centrale del latte il campus degli economisti

L'avevamo già anticipato qui. Ora il progetto del nuovo campus universitario della Bocconi, assegnato allo studio Sanaa dei giapponesi Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa è stato presentato alla città. Un investimento complessivo di 130 milioni di euro con edifici per la didattica, un pensionato studentesco e un centro sportivo che sorgerà sull'area dell'ex Centrale del latte, e che sarà pronto nel 2018. La speranza è che, almeno una parte, possa essere pronta già per l'Expo del 2015. I 35mila mq dell'area saranno interessati da tre interventi: in tre edifici verranno accorpate tutte le attività dell'ateneo economico, ci sarà un centro sportivo con piscina olimpionica, palestre e centro fitness, infine verrà costruito un pensionato in grado di ospitare circa 300 studenti e visitatori, grazie al quale l'università cercherà di soddisfare la crescente domanda

Viene così restituita alla città un'area rimasta abbandonata per circa 30 anni: il progetto si integrerà con il quartiere, diventerà un luogo di cultura, scienza, sport con edifici costruiti secondo i criteri dell'efficienza energetica e nel rispetto del tessuto sociale già esistente.

La soddisfazione del sindaco Giuliano Pisapia:

L'università Bocconi restituisce alla città un'area storica attraverso un progetto importante che nasce anche grazie al confronto con il quartiere e i cittadini. Siamo molto soddisfatti del fatto che il nuovo campus con le sue aree verdi e il suo centro sportivo sarà aperto a tutta la cittadinanza e non ad uso esclusivo del mondo universitario. Questa è la Milano che vogliamo: una città nella quale convivono in armonia tutte le parti sociali, gli studenti con i bambini, gli anziani con i lavoratori

  • shares
  • Mail