Le lapidi a Giuseppe Pinelli fanno discutere

lapididipinelli2

Qui su 02blogo lo avevamo già detto qualche mese fa che le due lapidi dedicate a Giuseppe Pinelli sono una chiara dimostrazione di quanto Milano sia ancora spaccata in due dalla fine degli anni '60 ad oggi. Le nostre previsioni ieri hanno preso corpo.

Alcuni rappresentanti di Rifondazione Comunista hanno portato un omaggio floreale alla lapide che dice "Pinelli ucciso innocente", mentre Filippo Penati al palazzo della Provincia scopriva una targa dedicata al Commissario Calabresi dichiarando di riconoscersi nell'altra lapide a Pinelli, quella che dice 'morto tragicamente' e non 'ucciso innocente'. E se la divisione c'è all'interno della sinistra, c'è ovviamente anche con la destra e La Russa dice che la targa messa dagli anarchici, quella che dice "Ucciso innocente nei locali della Questura", andrebbe rimossa. Una città e due targhe.

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: