Milano Solidale: Apre oggi il primo Centro di degenza in Italia per senza dimora

Con l'emergenza freddo arriva l'emergenza clochard. Il freddo è il problema numero 1 per chi vive in strada e anche se il Comune ha raddoppiato i posti letto d'emergenza il problema rimane. Per questi motivi ha aperto oggi, in via Aldini 74 (Quarto Oggiaro), il nuovo Centro di accoglienza e luogo di cura e degenza per le persone senza dimora: la rpima struttura fissa a Milano e tutta Italia, ricavato da un edificio che ospitava anni fa una scuola.

Sono 20 stanze su una superficie di 1500 mq, 90 posti letto (numero che aumenterà con l’emergenza freddo e la possibilità di posizionare brandine e farsi aiutare da un numero maggiore di volontari), di cui 20 sono posti letto di degenza. C'è un ambulatorio medico, oltre a due sale mensa per un totale di 60 posti, un guardaroba, una lavanderia, una sala colloqui, una biblioteca, una sala TV.

Medici, infermieri, psicologi, assistenti sociali, educatori professionali, educatori “pari” sono le figure professionali, oltre al personale notturno. La gestione del Centro è affidata a Fondazione Progetto Arca, Onlus con Medici Senza Frontiere, Milano in Azione e Fondazione Patrizio Paoletti, che si occupa in particolare del volontariato e del finanziamento dei pasti. Così Alberto Sinigallia, presidente di Fondazione Progetto Arca:

Siamo molto soddisfatti della partnership nata per la creazione e gestione di questo importante progetto pilota, primo in Italia, che ci auguriamo non rimanga unico ma che sia il primo passo verso una gestione sempre più strutturata e consapevole delle persone senza dimora: non solo accoglienza e cura, ma anche integrazione sociale.

  • shares
  • +1
  • Mail