Rimborsi Spese in Regione Lombardia: Corte dei conti, nuovi inviti a dedurre

Sotto accusa rimborsi per un milione di euro, convocati sette consiglieri

formigoni giunta

Sale sempre più l'ammontare dei danni erariali contestati agli ex consiglieri di Pdl e Lega in Regione Lombardia: avendo aggiunto altri 500mila euro alla cifra già stimata qualche mese fa (500mila euro), ora si parla di un milione di euro.

La procura della Corte dei Conti della Lombardia ha notificato nuovi inviti a dedurre, recapitati a sette consiglieri.

Si tratta di Giulio Boscagli, Paolo Valentini, Antonella Maiolo, Giovanni Bordoni, Enio Moretti, Massimiliano Orsatti e Angelo Ciocca: si fa riferimento ai rimborsi ottenuti nel periodo 2008-2011 e nella prima parte del 2012.

A maggio gli inviti a dedurre erano stati recapitati a Gianluca Rinaldin, Alessandro Colucci, Stefano Galli, Fabrizio Cecchetti, Luciana Ruffinelli, Pierluigi Toscani e Nicole Minetti.

Corte dei conti, "Scontrini irregolari per oltre un milione"

Un milione di euro di scontrini irregolari: è il responso della Corte dei conti, che ha emesso la prima sentenza sul caso dei rimborsi illegittimi erogati ai gruppi consiliari della scorsa legislatura.

La classifica dei rimborsi, come leggiamo su Repubblica, è guidata dalla Lega Nord, a cui vengono contestate 597.525 euro di spese in un solo anno; seguono il Pdl (297.721 euro), Udc (48.886 euro), Pd (46.256 euro), Idv (12.365 euro), Sel (10.308 euro) e il Partito pensionati (827 euro. E considerate che è rappresentato da un solo consigliere).

Nel 2012 i gruppi hanno speso 10.136.811 euro per il personale e 3.736.656 euro per le spese di funzionamento e comunicazione.

Il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo ha commentato:

"Prendiamo atto dei rilievi formali della Corte dei Conti sui rimborsi spese della IX legislatura e per quanto riguarda questo Ufficio di Presidenza confermo quanto gia' detto in precedenza e cioe' che tratteremo le regole del finanziamento ai gruppi all'interno della nuova normativa sui costi della politica che andremo ad approvare entro giugno. Nel merito delle contestazioni sollevate l'Ufficio di Presidenza ha deciso di svolgere, prima di assumere decisioni formali, un approfondimento sui diversi aspetti che interessano il provvedimento emanato dalla Corte. In particolare va sottolineato che la legge nazionale impone retroattivamente modalita' di rendicontazione non previste dalle normative regionali precedenti. I gruppi oggi esistenti inoltre non corrispondono più a quelli della IX legislatura e quasi tutti i capigruppo sono cambiati"

La sanzione prevista è l'interruzione momentanea dei contributi per il 2013 e la restituzione dei fondi illegittimi. In via cautelare l'ufficio di presidenza del Consiglio Regionale ha deciso di sospendere l'erogazione dei contributi per il primo trimestre della nuova legislatura. Sono stati congelati insomma poco più di 220mila euro.

Rimborsi Spese in Regione Lombardia: indaga anche la Corte dei conti

Su ordine della Procura della Corte dei conti, la Guardia di Finanza è tornata al Pirellone per acquisire la documentazione contabile sui rimborsi spese dei consiglieri negli uffici della presidenza del Consiglio e dei gruppi di Pdl e Lega. Ma tra poco toccherà anche ai 22 rappresentanti dell'opposizione (Pd, Udc, Sel, Pensionati e Idv), indagati per circa mezzo milione di euro di spese (fonte Corriere).

I procuratori di Milano Alfredo Robledo, Paolo Filippini e Antonio D'Alessio prima di Natale avevano iscritto nel registro degli indagati 62 consiglieri regionali di Pdl e Lega per i rimborsi ottenuti tra il 2008 e il 2012.

Si parla di due milioni di euro di rimborsi e l'accusa per tutti è di peculato, quindi le spese effettuate con i fondi pubblici non sarebbero strettamente legate al mandato. Anche perchè i pm hanno trovato davvero di tutto, e soltanto alcuni dei consiglieri della maggioranza si sono presentati in Procura, nonostante siano stati tutti invitati a comparire.

Adesso è intervenuta la Corte dei conti, che vuole approfondire la questione, grazie ad un protocollo d'intesa tra le due Procure.

In questo caso la vertenza è stata aperta dal procuratore capo Antonio Caruso e il sostituto Adriano Gribaudo, e le indagini in questo caso possono coinvolgere anche i funzionari e gli amministratori, che potrebbero con il loro comportamento "aver contribuito a causare il danno erariale".

Intanto è oggi l'appuntamento fissato dalla Procura per molti consiglieri d'opposizione: su 12 convocati, molti hanno mandato una memoria difensiva.

Spese pazze in Regione Lombardia: spuntano altri 37 indagati


"Hei ma dov'è finita la ricevuta del ricevimento di matrimonio di mia figlia? No, ma come? Come ha fatto a finire tra i rimborsi dei gruppi consiliari?"

.

La distrazione sembra essere stata fatale per Stefano Galli, consigliere regionale lombardo del Carroccio: ieri ha ammesso su Facebook di aver rimediato al 'fattaccio', tranquillizzando i suoi amici sul social network della restituzione alla Regione Lombardia dei 6000 euro di spese sostenute per il ricevimento matrimoniale di sua figlia, che "erroneamente" erano state inserite nella lista dei rimborsi.

Ma, tra uno show di Nicole Minetti (che ieri ha accusato un cronista di averla palpeggiata) e strane storie di ricevute che finiscono dei rimborsi per errore, sono spuntati ben 37 nuovi indagati.

Si tratta di consiglieri o ex consiglieri della Lega e del Pdl che si vanno ad aggiungere ai 22 che avevano ricevuto un invito a comparire nei giorni scorsi. E che, come abbiamo visto, non tutti hanno raccolto. In tutto siamo a quota 62 indagati.

Nelle prossime ore potrebbero arrivare nuovi inviti a comparire - presumibilmente - a gennaio, dopo le vacanze natalizie. Gli investigatori stanno anche analizzando anche le spese dei gruppi dell'opposizione, per cui potrebbero esserci ulteriori sorprese, e ulteriori scossoni.

Intanto mercoledì a Palazzo Lombardia si è tenuta l'ultima seduta del Consiglio Regionale, molto sottotono. Nonostante il periodo movimentato tra inchieste e inviti a comparire, molti guardano alle elezioni che si svolgeranno a febbraio.
Roberto Formigoni ha dato appuntamento tra 5 anni, o 'anche prima'. Se proprio ci tiene caro Celeste...

UPDATE! h. 20.09

Tra i nuovi indagati c'è anche Rosi Mauro.

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: