Sgarbi sulla rassegna Biblioteca in Giardino: Troppi scrittori di sinistra

Maccartismo? No, Sgarbismo. Il Critico d'arte e assessore milanese Vittorio Sgarbi contro la rassegna Biblioteca in Giardino. Secondo Sgarbi, infatti, la rassegna avrebbe in programma troppi scrittori di sinistra e troppo pochi di destra. Insomma, il comune di Milano non darà soldi e patrocinio alla rassegna a meno che gli organizzatori non modifichino il programma. Sgarbi ha suggerito alcuni nomi: Don Verzè, Francesco D'Avalos e Pierluigi Panza. Insomma, dopo la discutibile scelta di non dare il patrocinio al Festival del Cinema Gay Lesbico, un'altra accetta cala sulla cultura milanese.

Non oso immaginare l'imbarazzo di eventuali ospiti non voluti, che si ritroverebbero su un palco messi lì con la forza. Ma la cosa 'divertente' è che a soli quattro giorni dall'inizio della rassegna il comune si trova a discutere il patrocinio. Svegliarsi prima no? Nemmeno il tempo di fare i manifesti con il logo comunale... E dire che oggi sulle pagine di Repubblica sono uscite le cifre che guadagnano assessori e sindaco, tra i 5 e i 9 mila euro al mese, coon queste sommette potrebbero anche portarsi avanti con il lavoro.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: