Cinema gay: patrocinio sì, no, forse

Questa storia del patrocinio del Comune al Festival di cinema gaylesbico è diventata un tormentone, con profili che scadono pericolosamente nel ridicolo.

Mentre la manifestazione è finita da una settimana, gli organizzatori ancora non sanno nulla di ufficiale e le ultime comunicazione degli assessori Sgarbi e Terzi non fanno cenno a un diniego.

E allora? Nell'ultima giunta comunale la delibera con il patrocinio non è stata neppure messa ai voti, in un penoso tentativo di far passare la questione sotto silenzio. Ora: o la Moratti vuole concedere questo patrocinio perché Milano è una città moderna, europea, internazione a aspira a ospitare l'Esposizione universale del 2015. E allora non si capisce che cosa stia aspettando ad approvare la delibera.

Oppure la Moratti e la sua maggioranza politica non vogliono dare soldi ai gay milanesi e alle loro iniziative culturali che sono e sono state ovviamente aperte a tutti. Ma se Moratti vuole rifiutare il patrocinio che lo dica. Rivendichi la propria omofobia o almeno la propria decisione!

Altro che Esposizione. Qui di universale c'è solo l'incapacità della politica di fare una scelta e difenderla.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: