Lega-Pdl, l'accordo per le Regionali è fatto: Roberto Maroni unico candidato del centrodestra


Sarà Roberto Maroni l'avversario Lega-Pdl di Umberto Ambrosoli (ascoltate qui l'intervista del direttore di Blogo.it Antonello Piroso al candidato del centrosinistra). L'atteso accordo tra Pdl e Lega insomma è stato raggiunto.

Proprio oggi Silvio Berlusconi lo ha confermato nel corso di un'intervista a Rtl:

"Maroni sarà il candidato della coalizione in Lombardia, io sarò il federatore, il leader della coalizione dei moderati"

Nel pomeriggio si è svolta in via Bellerio una conferenza stampa, in cui Maroni ha parlato dell'accordo elettorale, che si estende anche alle Elezioni Politiche: il Cavaliere ha suggerito come possibile candidato premier Angelino Alfano, ma Maroni preferirebbe Giulio Tremonti.

Il ritiro della candidatura di Berlusconi è una delle condizioni dell'accordo: se le due forze politiche vinceranno, il candidato premier verrà indicato "congiuntamente".

A sostegno della candidatura di Maroni ci saranno tre liste: una della Lega, una del Pdl e una lista civica 'Maroni presidente' (ma potranno esserci altre eventuali liste concordate).

E, se Maroni porterà la coalizione alla vittoria alla prossime Elezioni Regionali 2013, nascerà l'Euroregione del Nord: Piemonte, Lombardia e Veneto saranno allineate sotto la guida leghista. Inoltre, come già annunciato, (fonte Repubblica)

"Il 75% delle tasse sarà trattenuto in modo che le amministrazioni regionali le possano restituire ai loro cittadini sotto forma di servizi"

Saranno aboliti, ha fatto sapere Maroni, Irap e bollo auto, e si interverrà sull'Imu.

Ma, nonostante questo, la base leghista non sembra essere del tutto contenta di questo accordo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: