Librerie in crisi: Nuovi spazi, agevolazioni ed eventi, le risposte del Comune

Dopo la chiusura della storica sede della libreria Utopia strozzata da canoni insostenibili, è arrivata tempestiva la risposta del Comune: nuovi spazi comunali da destinare alle librerie e ad agevolazioni per le attività già esistenti. In pratica un bando da 500 mila euro destinato alle piccole realtà commerciali che decidono di riqualificare e che proprio alle librerie riconosce una specifica funzione sociale, come è già successo per la storica ‘Calusca’ e i canoni sostenibili per Rizzoli e Bocca in Galleria.

Questa Giunta si sta impegnando concretamente per riempire spazi vuoti e inutilizzati in tutta la città. E l’attenzione alle librerie, colpite particolarmente dalla crisi, testimonia la volontà di valorizzare, non solo mettendo a reddito le proprietà demaniali, tutti quei progetti in grado di arricchire culturalmente e socialmente la vita dei quartieri.

Per l'Assessore Boeri sarebbe utile costruire una rete di quartiere tra librerie e biblioteche, che promuova la lettura con iniziative coordinate oltre a stabilire una relazione permanente con il mondo dell’editoria: "per questo abbiamo invitato la rete delle librerie indipendenti a un incontro già fissato a Palazzo Reale con gli editori e le biblioteche civiche il prossimo 15 gennaio". Vedremo cosa salterà fuori.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: