Rimborsi di Trenord per i disagi di dicembre, pendolari sul piede di guerra

Porta Venezia

Vi dicevamo, nel post dello sciopero dei treni previsto per domani - che coinvolgerà anche la rete Trenord (ci potrebbero essere quindi ripercussioni sul traffico ferroviario anche prima delle 9 e dopo le 17) dei rimborsi che l'azienda disporrà nelle prossime settimane, dopo i disagi avvenuti il mese scorso (dal 9 al 15 dicembre 2012 e non solo).

Ma secondo il Coordinamento Provinciale dei Pendolari Pavesi c'è qualcosa che non va: venerdì 11 gennaio 2013 i cinque rappresentanti delle associazioni pendolari si sono accordati per un risarcimento definito "del tutto inadeguato al disagio arrecato ai pendolari".

Il Coordinamento Provinciale Pendolari Pavesi ha dichiarato di essere stato estromesso dal Tavolo del TPL (trasporto pubblico locale):

"Ci siamo accorti immediatamente che detta convocazione era piuttosto anomala, poiché caratterizzata sia dall'assenza al tavolo delle trattative di Regione Lombardia, che della rappresentanza dei comitati pendolari lombardi. Inoltre, nel contenuto, si faceva riferimento a un periodo di disagi circoscritto a soli 5 giorni (dal 10 al 14/12) ed infine si convocavano i cinque rappresentanti al TPL che NON avevano alcun titolo a rappresentare i pendolari al di fuori della Conferenza TPL, per giunta, a fine legislatura, nell’ambito di una trattativa così importante e delicata"

Il 10 gennaio il Coordinamento ha depositato una denuncia all'Assessore Regionale ai trasporti e ai funzionari della Direzione Regionale Infrastrutture e Trasporti, ed è stata chiesta la riconvocazione dell'incontro - senza successo, perchè secondo quanto detto dalla funzionaria della Direzione Generale Infrastrutture "il danno del crash ferroviario di dicembre era direttamente imputabile a Trenord e ciò 'sgravava' Regione Lombardia da ogni responsabilità" -.

Secondo il Coordinamento quindi Regione Lombardia "(la 'controllante' in quanto azionista di Trenord e responsabile della nomina del suo AD) ha rinunciato a controllare Trenord (la 'controllata'). E chi ci rimette è il cittadino".

Intanto anche il Comitato pendolari della S6 Milano-Novara si sta muovendo per una denuncia collettiva contro Trenord, che come leggiamo sul Corriere verrà depositata alla Procura della Repubblica di Milano nei prossimi giorni.

  • shares
  • +1
  • Mail