Tangenti all'Aler: Formigoni al vertice del sistema?

Il procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo in una conferenza stampa ha illustrati alcuni particolari relativi all'inchiesta che vede coinvolta la Kaleidos Srl di Saronno, azienda legata alla Compagnie delle Opere, il braccio economico di CL, che si vedeva aggiudicate tutte gli appalti per il noleggio delle auto senza conducente. Fra gli arrestati ci sono Oreste Ceriani e Massimo Vanzulli, dirigenti della Compagnia delle opere a Saronno e presenti anche nel cda di Kaleidos.

E in una telefonata tra Ceriani e un altro uomo come scrive il gip Giuseppe Gennari nell'ordinanza:

traspare con assoluta evidenza la consapevolezza dell'appartenenza a un sistema che ha il suo vertice politico-istituzionale nel presidente della Regione Lombardia, ovvero Roberto Formigoni, e che rappresenta da anni lo strumento delle ingerenze nell'attività dell'Aler

E aggiunge:

Sono almeno cinque anni che Kaleidos manipola e trucca gare in giro per la Lombardia. Lo fa grazie a una rete di rapporti personali e patrimoniali, coltivati con un numero impressionante (ma non sorprendente) di pubblici funzionari e grazie a un 'cartello' di ditte che traggono evidente vantaggio dall'abbattimento della concorrenza, in favore di un sistema di aggiudicazione a rotazione. Un sistema perfetto, in cui nessuno ha interessa a denunciare nulla

Per dovere di cronaca ricordiamo che il Celeste non risulta indagato. Una volta tanto.
La Kaleidos aveva forti ingerenze anche all'interno di Ferrovie Nord, tanto da aggiudicarsi l'ennesima gara d'appalto da oltre 3 milioni e mezzo di euro, vinta lo scorso ottobre.

Presunte tangenti all'Aler: 16 arresti

Blitz dei carabinieri questa mattina nella sede dell'Aler di viale Romagna: sono state ordinati 16 provvedimenti di custodia cautelare (7 in carcere, 9 ai domiciliari). Sono tutti indagati nell'inchiesta di cui si sta occupando la Procura di Milano su presunti favoritismi nei confronti di un'impresa legata alla Compagnia delle Opere. Ormai da qualche tempo c'era il sospetto che le operazioni all'interno dell'Aler non avvenissero in modo propriamente regolare, ma grazie al lavoro della Procura di Milano, in corso già da qualche mese, i carabinieri sono riusciti questa mattina ad arrestare sedici persone tra dipendenti della società edile, funzionari pubblici e amministratori privati. Tutte le persone coinvolte risultano indagate per presunti appalti truccati nel campo del noleggio auto senza conducente. Coinvolte in questo giro illecito ci sono anche Ferrovie Nord e Metropolitana Milanese.

Secondo quanto si apprende, le gare di appalto venivano sempre vinte dalla stessa società, la Kaleidos di Saronno, legata alla Compagnia delle Opere. Sarà importante capire quale giro di denaro ci sia dietro la vincita di questi appalti che portavano sempre alla sconfitta delle altre società che provavano a partecipare al bando. Si sospetta ci siano di mezzo tangenti con cui la società privata ricompensava i dirigenti Aler che fornivano gli appalti pubblici (si parla di una cifra intorno ai 10 milioni di euro). In giornata è prevista una conferenza stampa del procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo che potrebbe quindi illustrare maggiori dettagli sull'indagine.

in aggiornamento

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail