Prime sentenze per la morte del piccolo Giacomo in via Solari

Hanno patteggiato una condanna a un anno e 4 mesi di reclusione (con pena sospesa) due ragazzi che provocarono l'incidente in cui morì Giacomo Scalmani, il ragazzino di 12 anni che il 5 novembre del 2011 stava tornando a casa in bicicletta, lungo via Solari. L'incidente avvenne nel tardo pomeriggio: un'auto era parcheggiata in divieto di sosta (come d'abitudine in quella via, dove c'è la corsia del tram al centro della carreggiata e non si può sostare lungo il marciapiede) e una ragazza a bordo aprì lo sportello provocando la caduta del bambino, che poi venne investito da un tram della linea 14. A patteggiare ieri la pena davanti giudice dell'udienza preliminare Cristina Di Censo sono stati proprio il conducente dell'auto e la ragazza che era a bordo e aprì la portiera. Ieri in Tribunale si è svolta anche l'udienza preliminare per altre cinque persone, tra le quali <

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: