Affissioni abusive, già centinaia le segnalazioni

E' periodo di campagna elettorale e come da tradizione le città vengono invase dai manifesti elettorali con il volto di partiti e candidati, ma sono già trecento quelli abusivi che sono stati segnalati e rimossi nella sola città di Milano. Mancano ormai davvero poche settimane alle elezioni, che per i cittadini lombardi ci sarà la possibilità di votare due volte sia per il nuovo governo sia per scegliere il nuovo presidente della Regione. Non si contano più le dichiarazioni lanciate dai vari esponenti politici attraverso i mass media, anche se troppo spesso si basano soprattutto su attacchi rivolti nei confronti degli avversari piuttosto che su programmi veri e propri che si vorrebbe mettere in atto in caso di vittoria.

Ma la comunicazione più capillare avviene attraverso i manifesti affissi negli spazi pubblici e sulle apposite lastre di ferro provvisorie, che già da qualche giorno sono state sistemate in diversi punti della città. Palazzo Marino ha invitato tutte le persone coinvolte nella corsa elettorale a rispettare le regole che sono state stabilite, anche se ancora per qualche giorno è vietato inserire manifesti in città in attesa che vengano introdotte norme più certe emesse da Corte d'Appello e Prefettura. Fino a quel momento è vietato a partiti e candidati di effettuare affissioni.

Naturalmente sono già tanti i solerti attacchini che, vedendo il tutto pronto per essere "addobbato", senza scrupoli hanno cominciato a mettere manifesti e slogan in ogni dove. Già 300, in una sola settimana, le segnalazioni pervenute per affissione abusiva.
Il Comune ha inviato una lettera al Prefetto affinché venga data al più presto comunicazione ufficiale delle liste e dei candidati al fine di consentire lo svolgimento democratico della campagna elettorale da parte di tutti i partiti e dei loro candidati.
E' l'assessore alla sicurezza Marco Granelli a lanciare un appello a tutte le forze in campo perché ogni regola venga rispettata:

Facciamo appello a tutti, partiti e candidati, affinché le regole di una corretta campagna elettorale siano rispettate. Utilizzare abusivamente gli impianti installati dal Comune non è soltanto un reato che noi puniamo ma è un atteggiamento che denota scarso rispetto per le regole democratiche

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: