Start è finito, ma non per sempre

Su suggerimento del cugino ArtsBlog.it abbiamo trascorso un paio d’ore del pomeriggio girovagando per le gallerie d’arte contemporanea di Milano.

In questa ultima delle tre giornate dell’iniziativa, accompagnati da un gran caldo, snobbiamo la navetta gratuita messa a disposizione dell’organizzazione di Start e, armati di scooter, seguiamo la mappa non secondo una logica artistica ma di semplice comodità di percorso. Certo, non tutte le opere sono irrinunciabili e, a dir il vero, di ciò che abbiamo visto nulla ci ha colpito incondizionatamente, ma…è la città che si apre agli occhi in maniera inusuale: cortili mai visti, silenzi mai incontrati, buffet (che non guastano mai).

Non siamo alla Biennale di Berlino, non stiamo entrando ed uscendo da casa degli artisti e da scuole abbandonate, siamo a Milano e che dire le singole gallerie resteranno sempre aperte, anche dopo questa “3 giorni” sarà possibile visitarle ancora gratuitamente. Fateci sapere!

  • shares
  • +1
  • Mail