La protesta dei ghisa orologiai

Scatta il censimento degli orologi pubblici: il Comune vuole verificare il loro corretto funzionamento, visto l'alto numero di segnalazioni da parte dei cittadini. Lunedì scorso Palazzo Marino ha chiesto ai vigili di quartiere di fare una sorta di censimento dei quadranti verdi disseminati in tutta la città. Nel loro giro nelle zone di competenza, le coppie di vigili dovranno segnalare tutti gli orologi e compilare un apposito modulo, nel quale verranno registrate diverse informazioni: orario, colore dello sfondo, presenza di pubblicità e dello stemma del Comune.

Ma sale il malcontento dei ghisa: il nuovo incarico è mal digerito dall'Unione sindacale di base che, attraverso il suo rappresentante Letterio De Domenico attacca:

Una mansione squalificante sotto ogni punto di vista per i vigili di Milano, nonchè un demansionamento. Così i cittadini vengono privati di un servizio, perché veniamo distolti dai nostri reali compiti. I vigili di quartiere devono essere utilizzati per problematiche vere, come la segnalazione di buche in carreggiata, segnaletica mancante, scivoli per invalidi inesistenti, controllo traffico e servizio scuole, interventi su incidenti stradali e segnalazioni dei cittadini e per prevenire situazioni di difficile convivenza nei condomini

Ma il Comune non molla il colpo e ribatte:

Un incarico sostenibile, deciso di comune accordo con i comandi di Zona, visto che i vigili di quartiere per compito e per missione devono percorrere le strade di Milano segnalando le anomalie. Nel caso degli orologi, infatti, sono tantissime le segnalazioni che ci arrivano ogni giorno per gli orari sbagliati

Ecco, pare che l'aiuto dei vigili sia fondamentale nonostante ci siano ben due ditte private che si occupano della riparazione degli orologi: nel 2012 sono state effettuate ben 600 riparazioni (su 1400 orologi di Milano). Ma le segnalazioni dei cittadini pare siano davvero tante e allora il Comune ha deciso di verificare in prima persona la reale condizioni dei quadranti. E chiama in causa proprio i vigili, una risorsa considerata preziosissima e per nulla sottostimata dall'amministrazione.
Al di là delle condivisibili motivazioni di protesta dei sindacati, pensiamo che non sia proprio una mansione degradante o che distoglierà i vigili dalle loro fondamentali attività di quartiere. Del resto, basta alzare gli occhi e verificare se l'ora è giusta.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: