Divieto di vendita alcolici dopo le 2

Un Barman in azioneLa notizia è passata senza fare troppo clamore. Da giovedì scorso è attivo il decreto legge che introduce il divieto per gli esercenti "dei locali che fanno intrattenimento" di vendere alcolici dopo le 2 di notte. A Milano discoteche e disco bar, a quanto appreso, si sono adeguate al nuovo divieto introdotto per fronteggiare il problema delle stragi del sabato sera.

Come accennato la legge vieta la somministrazione di alcolici solo ai “locali che fanno intrattenimento”. Orbene si intendono quindi discoteche, disco bar e live club, locali cioè che oltre alla somministrazione offrono alla clientela un generico "intrattenimento" musicale. Quanto ai pub e cocktail bar gli stessi hanno l'obbligo sulla carta di chiudere alle due, quindi il problema non si pone. Esonerati invece i Circoli Arci, loro continueranno a somministrare alcolici anche dopo la fatidica soglia.

Il Silb (l'associazione che rappresenta in Italia 4000 discoteche) è inviperito ma china la testa di fronte alla decisione e invita tutti ad adeguarsi. Intanto i gestori sono infuriati e puntano sul dito su quello che palesemente appare un'incongruenza: i ragazzi che hanno voglia di una birretta escono dal locale e vanno dal kebabbaro o dal baracchino più vicino e risolvono il problema dei "rifornimenti". Così per esempio si lamenta Lorenzo proprietario del Ragoo di viale Monza, discobar frequentatissimo durante il fine settimana. Per lui non è un grosso problema visto che di norma già prima della legge smetteva di servire alcolici dopo le 2,30. Solo mezz'ora di danno materiale. Peggio per le discoteche che chiudono alle 4.

Il decreto legge prevede inoltre che ogni locale si fornisca - a sue spese - di etilometro. I locali si stanno attrezzando ma l'incubo dei giovani automobilisti di ritorno dalle bisbocce non è esattamente di facile reperimento. In secondo luogo la legge prevede che l'autorità affigga cartelli che informino sul danno che si corre bevendo eccessivamente. Nessuno li ha ancora visti. La solita legge all'italiana?

  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: