Cityglance, il social network della metropolitana

Chissà se a qualcuno di voi sarà capitato di osservare il vicino in metropolitana e di pensare: “quella ragazza/o mi piacerebbe conoscerla/o”? Se la risposta è affermativa (e scommetto che lo è), pendolari timidoni, in vostro soccorso arriva la tecnologia; nello specifico un'applicazione sviluppata da 3 giovani smanettoni milanesi. Si chiama City Glance, ed è un nuovo social network che permette di conoscere i pendolari che ogni giorno affollano i mezzi pubblici.

Come si usa City Glance? Facile, basta loggarsi attraverso il proprio account di Facebook e impostare il proprio tragitto abituale. Si possono aggiungere anche i propri tratti somatici e le caratteristiche personali, in modo da farsi "riconoscere" dagli altri utenti. Si fa il check-in pubblico, et voilà, la biondina che avete adocchiato da una vita si materializzerà sul vostro schermo (ma solo se è iscritta al servizio e acconsente a localizzare la sua posizione).

La geolocalizzazione sarà il prossimo passo, appannaggio della app per gli smartphone, a breve sarà disponibile anche l’app per iOS e Android. City Glance, però, non serve soltanto per ritrovare le persone in metro, ma anche a raccogliere tutte le segnalazioni di guasti o ritardi per rendere più efficienti i mezzi pubblici. Questo progetto tutto italiano ha grandi ambizioni: per il momento è attivo nel capoluogo lombardo, ma le underground di New York e Londra sono già dietro l’angolo. Se la cosa vi incuriosisce, qui trovate il blog e qui il sito.

  • shares
  • Mail