Le preoccupazioni dei giovani milanesi

L'avreste mai detto che tra le preoccupazioni dei giovani milanesi in primis svetta l'inquinamento (indicato come un problema "molto grave" dal 68%), il terrorismo (70%), e i conflitti internazionali (69%)? E la disoccupazione e il precariato? Sono percepiti come "una questione seria" da più di sei ragazzi su dieci, ma niente di seriamente preoccupante. E' quanto emerge dal rapporto dell'Osservatorio giovani della Provincia di Milano, presentato oggi e a cui hanno partecipato 1000 "adolescenti" dai 16 ai 30 anni.

All'ultimo posto invece l'immigrazione, che viene percepita più come una risorsa che una minaccia. Solo il 48% ha definito l'ingresso in Italia di stranieri un "fatto preoccupante". Interessante constatare come la questione sicurezza, spesso amplificata dai media a dismisura, sia i realtà qualcosa che in chiave locale viene minimizzata: otto ragazzi su dieci si dichiarano "molto" o "abbastanza sicuri" nel proprio quartiere. Ovviamente le donne si sentono meno sicure degli uomini: più di una ragazza su tre si dice poco o per niente sicura a camminare al buio nel proprio quartiere, contro il 13% dei ragazzi.

Tra le cose più importanti indicate, in ordine, gli amici, la famiglia e i divertimenti. Ottimisti, disincantati e impenitenti viveur. Vi riconoscete?

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: