Fare del bene tra Natale e Capodanno

Senza entrare nella trita retorica del “A Natale siamo tutti più buoni”, visto che non lo siamo affatto, ci sono molti modi per cercare di pulirsi la coscienza da un anno di sfrenato egoismo metropolitano: il 24, in piazza Duca d’Aosta, ci sarà il concerto della Bar Boon Band - nome meraviglioso, tra l’altro - ensemble composto da clochard e senzatetto assortiti.

Prima della musica, scambio di regali portati da chi ha troppo (noi) a chi non ha nulla (loro); avete tempo fino al 24 per portare regali utili, quindi niente frullatori, friggitrici o tostapane: maglioni, sciarpe, guanti. Il giorno dopo c’è “Aggiungi un posto a tavola”, iniziativa promossa dall’Osservatorio di Milano, che prevede vi portiate a casa, la mattina del 25 dicembre, un ospite un po’ fuori dal comune; un migrante, un rifugiato politico, un homeless.

Infine, e non potrebbe essere altrimenti, “La Festa degli Ultimi”, organizzata come di consueto alla mensa ferrovieri della Stazione Centrale, previsti 350 volontari e oltre un migliaio di invitati: probabile ci sia bisogno di una mano, magari la nostra.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: