Cesare Cadeo si dimette da Milano Sport

Cesarone Cadeo, noto volto televisivo, ma anche ex assessore della Provincia di Milano e, ormai, ex presidente di Milano Sport, ha rassegnato ieri le dimissioni dal suo incarico. Cadeo ha segnalato che la sua idea di gestione della cosa pubblica è in contrasto con quella dell'attuale giunta milanese, pur riconoscendo alla Moratti una certa disponibilità.

L'ex presidente di Milano Sport in poche parole sostiene che a Milano si spende troppo per i grandi eventi, e troppo poco per le necessita dei ragazzi e dei quartieri, insomma ci sono i soldi per l'Expo ma mancano per sistemare la piscina Cozzi.

Cadeo ha dichiarato:

"Oltre la grande sensibilita' del sindaco, non ho trovato nel Comune la disponibilita' a ricostruire un percorso utile per i nostri giovani" e ancora: "Se l'Expo rappresenta il futuro, occorre anche guardare all'oggi: servizi per favorire l'aggregazione di giovani e anziani, case, trasporti e non solo divieti. Ma anche impianti sportivi efficienti a prezzi accessibili perche' non tutti possono permettersi un club privato"

E più nello specifico ha parlato di situazioni particolari legate ai centri sportivi milanesi:

"A Milano ho trovato molto lavoro da fare a partire dalle condizioni degli impianti, come la Cozzi, gravemente danneggiata, il campo 25 Aprile, da recuperare interamente, il Vigorelli, inutilizzato e da ripensare completamente, la piscina Cambini, chiusa da anni in un quartiere che ha fame di servizi"

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: