Taxista rapinato e ferito alla testa, richieste di maggiore tutela dalla categoria

Alle 4.30 della notte tra il 25 e il 26/12 un tassista è stato rapinato nella zona di Viale Padova. Un cliente malintenzionato ha chiamato il taxi, è salito e pochi metri dopo la partenza, in una zona isolata, ha tirato fuori un coltello puntandolo alla gola dell'autista. Il tassista è riuscito a fuggire rimediando qualche ferita da taglio alla testa, il rapinatore è fuggito con il cellulare che il tassista aveva lasciato in macchina scappando.

Questo episodio, che segue a molti altri simili, ha fatto da scintilla alla rabbia dell'associazione di donne tassiste, che hanno stilato una serie di richieste relative alla sicurezza per la categoria. Richiedono che vengano installate telecamere nei taxi, alle colonnine e ai parcheggi; richiedono di poter rifiutare corse che potrebbero risultar pericolose, di poter installare vetri separatori tra cliente e guidatore e di potersi rifiutare di cambiare banconote di grosso taglio.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: