La notte di Capodanno a Milano, tra furti, incendi e accoltellamenti

Iniziamo bene l'anno nuovo, dopo lo scoccare della mezzanotte, appena entrati nel 2008 a Milano si sono verificate tutta una serie di nefandezze. Andiamo in ordine cronologico. Passata la mezzanotte da mezz'ora, in Largo Carrobbio, due giovani di 16 e 21 anni sono stati fermati da una 'baby gang' di sudamericani armati di coltelli, e sono stati rapinati. Il bottino comprendeva cellulari, portafogli e un giubbotto. Poco dopo in Via Torino, un altro ventunenne ha subito una sorte simile. Non una baby gang ma un singolo rapinatore ha colpito in faccia la vittima ed è scappato con il cellulare.

Intorno alla 1.30 della notte ignoti hanno dato fuoco a due negozi, un bar e una macelleria islamica. Il primo era in Via Gratosoglio e la seconda in Via Varesina. In entrambi i casi si parla di dolo. Chiudiamo in bellezza con qualche accoltellamento, due egiziani sono stati accoltellati alle 2.30 in Via Legnano, proprio di fianco ai festeggiamenti organizzati dal comune. E infine, intorno alle 3 un moldavo ha rimediato una ferita al collo, procuratagli da un gruppetto non meglio identificato che lo ha aggredito con un collo di bottiglia. Buon anno a tutti.

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina: