Neonazisti sgrammaticati e giornali incasinati

La notizia cui faccio riferimento è apparsa oggi sulle pagine milanesi sia di Repubblica, sia del Corriere della Sera, ma di questo ne parliamo dopo. Prima vediamo i fatti. Un gruppetto (forse di ex studenti) di ragazzi durante le festività ha fatto irruzione all'interno di una scuola in zona Quarto Cagnino e ha portato a segno alcuni atti vandalici.

Il gruppo di vandali ha svuotato un paio di estintori, ha scritto slogan sgrammaticati inneggianti a Hitler (del tipo Hi Hitler) e altre robe che potete immaginare. Tra le scritte sui muri c'era anche un: 'Siete dei babbi'. La cosa divertente è che il Corriere della Sera (non è chiaro se la frase è degli agenti di polizia citati nel pezzo, o del giornalista stesso) ha ricondotto il termine 'babbi' a Harry Potter. Cito testualmente: "Un linguaggio utilizzato nei film di Harry Potter". Certo che confondersi tra babbi e babbani, proprio due giorni dopo l'uscita (in Italia) dell'ultimo volume sul maghetto...

Ultima notazione curiosa, Repubblica e Corriere sostengono che gli atti vandalici sono stati portati a termine in due scuole diverse! Su Repubblica si cita la Scuola Benedetto Marcello, sul Corriere l'Istituto Comprensivo Manara. I due da quanto vedo sulla cartina distano alcune centinaia di metri. Quale sarà la verità? Verità scoperta, il Benedetto Marcello è dentro il perimentro del Istituto Comprensivo Manara! Quindi avevano ragione tutti e due!

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: