Il Social Market arriva anche a Milano: spesa gratis, in cambio ore di volontariato

L'iniziativa è stata già lanciata anche in altri comuni italiani

Purtroppo, dati i tempi che corrono, sono sempre di più le persone che non ce la fanno ad arrivare a fine mese, e sono costrette a chiedere aiuto (soprattutto alle associazioni).

Da questo bisogno arriva la proposta del Comune di Milano, che ha intenzione di lanciare un Social Market. L'idea è stata già sperimentata in numerose città italiane: si tratta di una nuova frontiera della solidarietà (anche, se vogliamo, meno assistenzialista e che invoglia più al protagonismo).

Infatti le persone e le famiglie in difficoltà potranno fare gratuitamente la spesa in questo luogo, o potranno pagare i prodotti a prezzi irrisori. In cambio ci si potrà offrire come volontari e 'ripagare' così i viveri (generi alimentari ma anche indumenti o prodotti di altro tipo) 'acquistati'.

Come leggiamo su Repubblica è stato un gruppo di cittadini, che si sono già offerti volontari, a suggerire l'idea del supermercato sociale al Comune.

L'assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, ha ovviamente offerto il massimo supporto all'iniziativa:

"A maggio conto di presentare alla città un progetto, con alcuni sostenitori da coinvolgere. Mi
auguro che la grande distribuzione e gli imprenditori possano una mano"

Tra gli obiettivi del Comune infatti c'è l'istituzione - con l'aiuto delle associazioni, sulla falsariga di quello che fanno già il Banco Alimentare e le singole parrocchie - di uno spazio apposito per recuperare e stoccare la merce invenduta dei magazzini o quella prossima alla scadenza ma ancora in perfette condizioni.

L'ente poi verificherà costantemente il reale stato di necessità (tramite reddito Isee) delle persone che faranno richiesta della tessera per il social market.

Photo Credit

  • shares
  • +1
  • Mail