Vicini spioni e raccolta differenziata: è giusto così?

Si chiama Bellodi, come il capitano de “Il giorno della civetta” di Sciascia; però non passa il suo tempo tra Don Mariano e Zicchenetta, bensì a frugare nella spazzatura. Su Vivimilano c’è questa curiosa intervista ad uno degli ispettori che si occupano di sanzionare gli errori dei milanesi nella raccolta differenziata.

Uno dei più comuni è quello dei cartoni del succo di frutta buttati nella carta – sacrilegio! è carta mista ad altri materiali, va nella generica – per passare a quelli un po’ più veniali, come l’esposizione anticipata, che viene sanzionata con un bellissimo adesivo, molto rubato peraltro. Il punto fondamentale del pezzo però è a mio parere il meccanismo di delazione fra condomini.

In pratica se la vecchina del quinto piano vi ha visti, che si, proprio voi, buttavate lo specchio rotto nel bidone verde del vetro e gli ispettori vi beccano, lei può “cantare” e mettervi spalle al muro, inchiodandovi alle vostre responsabilità. Per me è un delirio. Roba degna de Il condominio di Ballard: voi cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: