“Più parità, più felicità”: Pubblicità Progresso in Statale

Avrò avuto cinque anni: c’era questa pubblicità, in bianco e nero, con un uomo che diceva una cosa come:«L’altro giorno ho avuto un incidente in macchina, in autostrada. L’ambulanza ha fatto un po’ fatica ad arrivare, la corsia di emergenza era piena di macchine in coda. Ma non mi è successo nulla di grave: sono solo morto».

Quella pubblicità progresso mi rimarrà impressa aere perennium e rende bene l’idea di come un messaggio pubblicitario possa, oltre che farci comprare ottimi cereali per la colazione, anche farci riflettere sui nostri gesti quotidiani. Con questo spirito si apre in Statale la mostra “Più parità, più felicità”; che prende a sua volta le mosse da un articolo della costituzione degli Stati Uniti in cui si garantisce il fondamentale e puntualmente disatteso “diritto alla felicità”.

Ingresso naturalmente libero, il tutto in via Festa del Perdono 7.

  • shares
  • Mail