Myanmar, un problema ancora aperto, anche a Milano

birmania

Ieri in Porta Romana, ho visto dalla macchina quest'uomo, con un cartello su cui si leggeva: "Per vincere l'indifferenza, Libertà per i monaci Birmani".

Purtroppo non ho potuto fermarmi a fargli le mille domande che mi sono posta in quel momento, ma è sicuramente da lodare chi si ferma a pensare ad una situazione come quella della Birmania e della protesta dei suoi monaci buddisti, schiacciata nel sangue e nel taglio dei contatti con il mondo.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: