Vietato (non) toccare: Bruno Munari in Triennale

Uno dei pochi casi in cui verrebbe davvero voglia di tornare bambini. Che di per sé non è poi questo grande vantaggio, visto che si è più bassi, si dipende in tutto e per tutto da giganti insensibili, si vive un quotidiano inferno di vessazioni con i coetanei; per poi arrivare all’acne giovanile, alè. Ma almeno si hanno, così si dice, meno pensieri.

La Triennale prosegue le celebrazioni per il centenario della nascita di Bruno Munari: con un percorso creato appositamente per i bambini dai due ai sei anni, dove “Toccare, manipolare, comporre, scomporre, sperimentare sono tappe di un processo di apprendimento e di formazione che si fonda sull’esperienza diretta e il gioco” stando al sito.

Un po’ di serenità, dopo la stupenda e inquietante esposizione delle opere di David Lynch. Il biglietto costa anche poco, e per i bimbi – facciamo anche per i grandi và – sarà di sicuro un’esperienza irripetibile. Occhio che la mostra è chiusa il lunedì. Trovate tutte le informazioni su prezzi e orari qui su Exhibart.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: