Milano Smart City il 19 aprile: strategie di innovazione per la città intelligente

Il 19 aprile presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia un incontro per definire la strategia per Milano Smart City

L'espressione città intelligente (dall'inglese smart city) indica, in senso lato, un ambiente urbano in grado di agire attivamente per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. Da Wikipedia: "La città intelligente riesce a conciliare e soddisfare le esigenze dei cittadini, delle imprese e delle istituzioni, grazie anche all'impiego diffuso e innovativo delle tecnologie, in particolare nei campi della comunicazione, della mobilità, dell'ambiente e dell'efficienza energetica".

Efficienza, tecnologia e innovazione: chiavi per la "trasformazione del territorio urbano". Questa la priorità del Primo Forum cittadino per Milano Smart City, previsto il prossimo 19 aprile presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci. La volontà è quella di coinvolgere i principali attori dello sviluppo economico con una giornata di incontri per portare avanti un modello europeo di smart city innovativo e ampio respiro.

A livello internazionale, la Città di Milano è già membro attivo delle maggiori reti europee e mondiali che oggi si occupano di smart city. A livello locale, Comune e Camera di Commercio sono impegnati nella costruzione di partenariati stabili tra realtà diverse, nel campo della ricerca e dell’innovazione sociale, del business e della finanza. È nel continuo dialogo e scambio con le proprie comunità di pratiche che si può dar vita ad una città intelligente, verde e inclusiva. È nella collaborazione tra pubblico e privato che Milano può competere a livello nazionale ed europeo per diventare un punto di riferimento di innovazione e sostenibilità.

L'obiettivo è la creazione di una rete tra istituzioni, privati, università e associazioni, attraverso la creazione di sei gruppi di lavoro tematici corrispondenti ai sei pilastri delle Smart Cities, individuati in base alla classificazione proposta dall’Università di Vienna: Smart Economy, Smart Living, Smart Environment, Smart Mobility, Smart People, Smart Governance.

Sono tanti i partecipanti a questo "public hearing" milanese: rappresentanti dello Urban Development Programme dell’OCSE, della City Protocol Society, di Eurocities, di C40 Cities, di Eurada, dell’associazionismo locale e lombardo, di Expo 2015, del terzo settore, del ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Miur), di Cittalia Anci Ricerche, del Forum Finanza Sostenibile, di Kanso, Globus et Locus e altre realtà territoriali. Per tutta la giornata sono previsti seminari ed incontri a cui potranno partecipare cittadini, imprese e associazioni. Per il programma e adesioni cliccate qui.

  • shares
  • +1
  • Mail