Mobilità Nuova: il 4 maggio manifestazione nazionale a Milano

L'obiettivo è incentivare il trasporto sostenibile. Contemporaneamente partirà una raccolta firme per una legge di iniziativa popolare.

Pedoni, pedali e pendolari sono chiamati a raccolta il 4 maggio a Milano, in Piazza Duca d'Aosta. E si capisce di che si tratta: una manifestazione per chiedere alle istituzioni di darsi da fare per migliorare il trasporto "alternativo". Quello a piedi, in bicicletta, sui mezzi pubblici. Insomma, tutti i modi in cui ci si può spostare da una parte all'altra escluso quello classico: da soli, in macchina.

A organizzare il tutto è Mobilità Nuova, rete che raccoglie 150 sigle tra associazioni e comitati con l'obiettivo di mettere al centro le esigenze di mobilità delle persone puntando su infrastrutture utili, investimenti nel trasporto ferroviario delle merci, l'eliminazione del traffico dalle strade. Ma l'iniziativa non si ferma con la manifestazione, anzi: dal giorno dopo partirà una massiccia raccolta firme (obiettivo, un milione) per lanciare una legge di iniziativa popolare che vincoli almeno i tre quarti delle risorse statali e locali disponibili per il settore trasporti a opere pubbliche che favoriscano lo sviluppo del trasporto collettivo e di quello individuale non motorizzato.

Guarda la gallery: i poster della manifestazione di Mobilità Nuova

Le ragioni che hanno spinto a lanciare questa iniziativa le spiega Simone Dini, portavoce di Mobilità Nuova: "Partiamo dalla constatazione che la sfida di una mobilità efficiente deve essere impostata a partire dai bisogni reali degli utenti, che oggi in Italia sono largamente insoddisfatti e per i quali il ricorso all'automobile costituisce un ripiego e non una scelta. E' nelle aree urbane che si concentra l'80% della domanda di spostamento delle persone, e invece le risorse in infrastrutture strategiche viaggiano su tutt'altre direttrici, che si tratti di nuovi e improbabili raccordi autostradali o di linee ad alta velocità che costano il triplo di quanto costerebbero se realizzate in qualsiasi altro Paese europeo".

Mobilità Nuova quindi spinge per un miglioramente del trasporto, anche di quello merci e anche sui binari. Ma non per questo sono favorevoli alla Tav, anzi: i punti cardinali sui quali si muove la loro azione sono quelli del km zero in agricoltura, della lotta al consumo di suolo, della valorizzazione turistica delle città e del paesaggio. Come si capisce guardando anche quali sono le associazioni che collaborano a Mobilità Nuova: da Libera a Slow Food, da Cittadinazattiva a Touring Club, da Legambiente a Coldiretti, da Fiab a Euromobility.

Manifestazione Mobilità Nuova
Manifestazione Mobilità Nuova
Manifestazione Mobilità Nuova
Manifestazione Mobilità Nuova
Manifestazione Mobilità Nuova
Manifestazione Mobilità Nuova

  • shares
  • +1
  • Mail