Chiedo scusa al Signor Gaber: Enzo Iacchetti dall'8 al 12 maggio al Teatro Nazionale

Il Signor G riletto (e omaggiato) ancora una volta da Enzo Iacchetti

Da mercoledì 8 maggio a domenica 12 maggio Enzo Iacchetti sarà protagonista al Teatro Nazionale con "Chiedo scusa al Signor Gaber".

Il Signor G viene ancora una volta omaggiato dal Signor Enzino, che ha sentito un "irrefrenabile desiderio di suggellare la sua amicizia con Gaber" anche 10 anni dopo la sua scomparsa.

Lo spettacolo, che dura un'ora e 40 minuti, è dal vivo: Iacchetti è accompagnato dalla Witz Orchestra e tra un brano e l'altro reciterà monologhi originali scritti insieme al suo da sempre fedele autore Giorgio Centamore, in una perfetta rappresentazione del Teatro Canzone.

In scena ci saranno anche le opere dell'artista Marco Lodola: si tratta di sagome illuminate di immagini tratte dai testi dei brani, come la celeberrima Torpedo blu.

Le canzoni che gli spettatori di "Chiedo scusa al signor Gaber" potranno ascoltare saranno stravolte, riscritte e contaminate con citazioni e riferimenti alla musica italiana contemporanea - proprio per non cercare di imitare il grande cantautore -.

Iacchetti stesso ha spiegato a Repubblica:

"Imitare Gaber? Impossibile, una follia"

Lo show è stato scritto due anni fa, e prende il titolo dal disco omonimo del 2010, definito dalla critica uno dei migliori dell'anno e volto

"a far si che chi conosce Gaber non lo dimentichi mai, e chi lo conosce possa sapere quanto fosse bravo, inimitabile e irraggiungibile"

Anche perchè Gaber è da sempre un personaggio attualissimo. Che ci manca molto.

  • shares
  • Mail