No slot, è nata la Rete contro le Ludopatie: il 4 luglio il primo incontro

Pierfrancesco Majorino: "La legge regionale dia la possibilità di incidere di più"

Come già vi anticipavamo, oggi è stata lanciata ufficialmente la Rete contro le ludopatie del Comune di Milano, il tavolo di coordinamento aperto a tutti gli enti e le realtà che affrontano le problematiche relative alla dipendenza da gioco.

L'assessore alle Politiche sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino:

"La Rete è un passo importante per continuare a dare visibilità al fenomeno della ludopatia e agli interventi messi in campo per contrastarla. Le nostre proposte vogliono aumentare la sensibilizzazione delle persone sul tema, sostenere comportamenti positivi e responsabilizzare tutti gli attori coinvolti, a partire dall’Asl cui chiediamo di entrare a far parte della Rete. Questi sono i margini di manovra attuali di un Comune. Auspichiamo che l’annunciata legge regionale contro le ludopatie, cui la Rete è disponibile e aperta a dare il proprio contributo, possa conferire maggiori poteri alle Amministrazioni comunali, a cominciare dalla possibilità di incidere sulle aperture e chiusure di sale gioco e locali videolottery"

Attività di prevenzione e attività di contrasto: questi i due ambiti di lavoro della rete. Tra le proposte ci sono ad esempio l'istituzione di una Settimana di prevenzione della ludopatia, la realizzazione di uno spot informativo da trasmettere sui mezzi pubblici, l'apertura di un numero telefonico dedicato e di sportelli di informazione e assistenza in collaborazione con i Consigli di Zona oppure l'istituzione di un riconoscimento pubblico per gli esercenti che non mettono slot machine.

Il primo incontro si terrà il prossimo 4 luglio alle 14, nella Sala Vitman dell’Acquario Civico di viale Gadio 2.

Pierfrancesco Majorino: "Una rete contro la ludopatia, al via il 24 giugno"


Tutti contro le slot, dal Comune di Milano alla Regione Lombardia - e non solo -.

L'assessore comunale alle Politiche sociali e Cultura della Salute Pierfrancesco Majorino ha commentato così il decalogo che farà da guida alla legge per il contrasto alle ludopatie:

"Vogliamo difendere Milano dal proliferare delle slot machine. Dare più poteri ai Comuni, anche di intervento diretto per disciplinare l’apertura o la chiusura delle sale gioco, mi pare un fatto di civiltà. Spero ora in una grande convergenza bipartisan, noi non aspettiamo altro. Per quanto riguarda l’impegno del Comune il prossimo 24 giugno costituiamo la rete contro la ludopatia, un coordinamento tra tutte le realtà già attive sul territorio nel dare risposte alla crescente richiesta di aiuto di chi è vittima della dipendenza da gioco"

Tra le linee guida ci sono ad esempio la possibilità di utilizzare la Carta Regionale dei Servizi (o quella nazionale che la rimpiazzerà) per giocare, una tassa regionale a carico dei locali che hanno le macchinette e sgravi fiscali per quelli che le eliminano, sanzioni pesanti per i trasgressori e la regolamentazione per l'apertura di nuove sale.

Per una volta il tema (la lotta alle ludopatie) è bipartisan: le regole infatti sono state sottoscritte da Pdl, Lega, Pd, Patto civico, Movimento 5 Stelle, Fratelli d'Italia, lista Maroni e Pensionati. Si spera quindi che, visti i numeri, l'agognata nuova legge arrivi al più presto.

Foto | Getty Images

Bar senza slot, venerdì 10 maggio il Comitato Jenner Farini consegnerà altri attestati


Vi parlavamo già qualche tempo fa degli attestati per i bar senza slot di Milano, ideati dal Comitato Jenner Farini per premiare gli esercenti che decidono di non mettere nei loro locali le macchinette mangiasoldi.

I 'numeri' in gioco sono altissimi, come spiega il Comitato:

"86 miliardi di fatturato nel 2012, terza industria italiana, 8 miliardi di tasse andati allo Stato, 15 milioni di giocatori abituali, 3 milioni a rischio patologico, circa 800.000 i giocatori già patologici"

Secondo una recente stima i ludopatici lombardi sono già 25mila, e la città italiana in cui si gioca di più è Pavia.

Venerdì 10 maggio alle ore 17.30 in via Farini la Carovana Internazionale Antimafie, il Comitato Jenner Farini e i Comitati X Milano Zona 9 si ritroveranno nel piazzale dell'area commerciale di via Farini - viale Stelvio per poi consegnare gli attestati a Caffè Bar Farini (via Farini, 73), Bar Liberty 38 (via Farini, 38) e Cafè Piccolo Mirò (via Farini, 30).

Qualche settimana fa il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, ha annunciato un giro di vite sul tema, con norme più restrittive. Ma a Crema il Comune ha già deciso di alzare l'aliquota dell'Imu per i locali che hanno le slot al tetto massimo previsto (10,6 per mille), e il 18 maggio a Pavia si terrà la seconda marcia organizzata dal Movimento no slot. Inoltre sono salite a 160 le adesioni al "Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo".

Perchè la ludopatia è un problema sociale che diventa sempre più grave, man mano che la crisi avanza.

  • shares
  • +1
  • Mail