Domani il parco è rock

A memoria d'uomo non si vedeva una cosa simile dai tempi del Re Nudo - Il festival del proletariato giovanile al Parco Lambro svoltosi dal 75 al 76 organizzata da Re Nudo, la rivista iconoclasta che per tutti gli anni `70 è stata un indiscusso faro,amato e odiato, della sinistra extraparlamentare. Altri tempi. Allora la gioventù amava spassarsela con le chiappe all'aria e la convinzione che il mondo potesse cambiare da un momento all'altro. In tempi odierni la gioventù preferisce scorrazzare sugli skate, fare evoluzioni con la Bmx e andare ai concerti. Proprio quello che accadrà domani al Parco Lambro.

Dopo gli appuntamenti del 5 e del 19 aprile al parco delle Basiliche e al parco Trenno, "Park in rock" fa tappa domani al parco Lambro (via Orbetello, MM Cimiano, informazioni al tel. 02.91434507). Una grande festa/concerto gratuita che, da aprile a settembre, tocca alcune aree verdi della città con performance dal vivo di band affermate ed emergenti provenienti dalle principali scuole di Milano, oltre ad esibizioni pre-spettacolo dei cosiddetti sport estremi urbani, con pedane a disposizione per i rollers e gli skaters, e jam sessions dei più noti writer milanesi.

La manifestazione ad ingresso gratuito inizia alle 18 con l'esibizione "Urban Estreme Sports". Le band emergenti iniziano alle 19 e la punk band Pornoriviste inizia alle 22.30.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: