Addio Sgarbi: ma a Roma da Alemanno quanto durerai?

Vogliamo ricordarlo così. Mentre a fatica sopporta Piero Ricca - e a proposito, pardon per il Pietro del post scorso - il nostro ex assessore alla cultura. Con una gragnuola di video che potete vedervi dopo il salto. La notizia va da sè è che

«Preferisco un incarico da consulente piuttosto che da assessore - ha spiegato Sgarbi - poiché, non avendo presentato nessuna lista alle elezioni, non posso avere un ruolo politico diretto. Mi piacerebbe - ha poi aggiunto l'ex assessore milanese - occuparmi del centro storico». Indiscrezioni vorrebbero invece Vittorio Sgarbi come nuovo responsabile della programmazione delle mostre del Comune di Roma o come «direttore artistico della città» con delega alla conservazione dei Beni culturali. Molto dipenderà, ovviamente, anche dall'eventuale compenso.

come riporta il Tempo. Davvero, mi mancherà. Dopo il salto, c'è di tutto...

La telerissa con Cecchi Paone:

La grande storia: con Mike in un giorno qualunque degli anni ottanta

Una intervista recente di Klaus Davi su Klauscondicio

Vintage spietato: qui c'è il litigio, con d'Agostino. Capolavoro

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: