Letizia Moratti si scusa con Sgarbi e lo invita alle sue stesse mostre

letteramorattisgarbi


"Caro Vittorio, ritengo importante la tua partecipazione alla mostre e alle intitolazioni che tu hai promosso, riconoscendo il valore dell’attività da te svolta al riguardo (...) La revoca della tua delega da assessore, non incide nella stima che ho nei tuoi confronti come uomo di cultura. Spero che accetterai l’invito e colgo l’occasione per salutarTi cordialmente"

A parte che se qualcuno si scusasse con me utilizzando formule da burocrate come il "salutarTi" qualche dubbio mi verrebbe: meglio così, per fortuna che mi hanno licenziato, penserei. E credo che anche Sgarbi in fondo la veda così. Roma è un palcoscenico forse ancora più al centro dell'attenzione, rispetto a Milano. Almeno a breve termine, perchè l'Expo alla fine lo si fa qui.

Intanto Gianni Alemanno ha già capito come tira il vento: "Per Sgarbi si profilano incarici tecnici, non assessorili", traduzione; niente ruoli in cui possa fare i suoi consueti show. Non sanno cosa si perdono...

Foto: txkimmers, Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: