Dal gelato vietato ai concerti silenziosi: gli assurdi divieti nella Milano dell'Expo 2015

Due anni dopo: dove sono finite le promesse fatte nelle 'piazze arancioni'?

Grande successo domenica 9 giugno per le iniziative della domenicAspasso, bizzarro nome ideato per far digerire ai cittadini gli ormai odiatissimi blocchi del traffico.

Ma ogni intrattenimento a Milano è meglio che finisca sempre entro l'ora di cena: in una città che si avvia sempre più verso il 2015 tutti a casa in pattine.

E se vi venisse voglia di mangiare un gelato a tarda ora nelle zone della 'maledetta movida' poi scordatevelo. Vietatissimo. Anzi no, il sindaco Pisapia oggi ha fatto dietrofront, dopo il disastro (anche di immagine) dei giorni scorsi, e ha confessato:

"Io amo il gelato alla follia, soprattutto quello alla frutta, e quando si ama si ama sia di giorno sia di notte. Se c'è stato un errore di scrittura in una delibera è già stato sistemato"

Ora la delibera fraintesa farà un altro percorso - e vi proporremo come sempre le nostre considerazioni - ma la sensazione generale che si ha è che da qualche tempo a questa parte ci provano sempre.

Dopo averne stigmatizzato per un'intera campagna elettorale le gesta, vogliono tornare a morattizzare la città. E, nel caso dei concerti in città a volumi ridicoli, ci sono già riusciti.

Siamo all'ennesimo capitolo della lotta all'ultimo sangue tra gente-che-vuole-essere-libera, e i 'residenti' (che giustamente lamentano tutta una serie di disagi dovuti per lo più alla malsana abitudine di concentrare gli svaghi serali soltanto in alcune zone).

Grazie alle promesse delle ormai lontane piazze arancioni - ricordate la manifestazione oceanica Milano Libera Tutti? - si poteva visualizzare una città finalmente diversa, dinamiche, brulicante di vita, pronta per il grande appuntamento di Expo. Invece ora, inspiegabilmente, si tornano a mettere i lucchetti. Ne è prova, ultimo in ordine di tempo il caso di Santeria.

Ma potremmo, ancora una volta, aver frainteso noi, no?

ps. qui sotto potete vedere come anche il dittatore nord coreano King Jong Un sia rimasto sconcertato dal provvedimento della giunta Pisapia - via Happyblog

King Jong vuole il suo gelato!
King Jong vuole il suo gelato!
King Jong vuole il suo gelato!
King Jong vuole il suo gelato!

  • shares
  • +1
  • Mail