Per Expo 2015 presentato il percorso "Milano archeologica"

Per valorizzare la sua antica storia di Capitale Paleocristiana nasce il percorso Milano Archeologica, progetto di recupero e valorizzazione del patrimonio monumentale milanese

Molti non sanno che a Milano esistono i resti di un anfiteatro romano (nella foto sopra). Oppure che il Palazzo della Borsa è stato edificato sopra un teatro romano del I secolo e che a due passi dal Museo della Scienza ci sono mosaici del mausoleo imperiale, o ancora che un antico porto è sepolto alle spalle dell'Università Statale. Nascosta c'è una Milano antichissima e tutta da scoprire che risalgono all'epoca in cui Milano capitale la fu davvero, a partire dall'Editto di Costantino ( dal 286 d.C).

Tesori dimenticati che in vista di EXPO vogliono essere valorizzati e recuperati grazie ad un precorso pedonale in 30 tappe, la "Milano archeologica" che si snoderà dal Duomo a San Simpliciano, passando per San Lorenzo, Sant’Ambrogio e il palazzo imperiale di via Brisa. Un progetto turistico importante, che punta a restituire alla città le principali realtà archeologiche presenti nel centro storico mediante azioni di manutenzione, promozione e comunicazione coordinata.

Le opere di restauro e valorizzazione, nello specifico, riguarderanno la torre poligonale, le mura romane e la torre del circo all’interno del Civico Museo Archeologico, le sepolture paleocristiane sotto Sant’Eustorgio e i resti archeologici presso la Basilica di San Nazaro in Brolo.

  • shares
  • +1
  • Mail